Varie

Taleggio affogato con cipolla di Tropea

TALEGGIO AFFOGATO CON CIPOLLA DI TROPEA

20 minutes

TALEGGIO AFFOGATO CON CIPOLLA DI TROPEA

Ingredienti:

  1. Ingredienti per 4 persone:
  2. Taleggio 500gr
  3. Cipolla di Tropea 300gr
  4. Pepe in grani: nero, bianco, verde 30gr
  5. Olio EVO (meglio delicato, ligure o del Garda)

Istruzioni:

  1. Una ricetta semplice, ma che vi consentirà di fare un figurone coi vostri amici amanti del formaggio.
  2. Prendete un pezzo di Taleggio DOP e con un coltello raschiate (non togliete mi raccomando!) un po’ la crosta per eliminare quel po’ di muffa e di morchia che possa essersi creata con la stagionatura. Personalmente non prendo mai un Taleggio troppo stagionato: diciamo che intorno ai due mesi va benissimo.
  3. Tagliatelo ora a fette regolari di 3-4 mm di spessore. Utilizzate in questo caso un coltello a lama bassa che vi consente un taglio regolare senza troppe sbavature.
  4. Una volta tagliate le fette mettete su un piatto in frigorifero.
  5. Prendete le cipolle di Tropea (saranno due e mezzo, tre), pulitele degli strati esterni più secchi fino ad arrivare alla parte viola lucido. Tagliatele a metà (meglio in larghezza che in lunghezza) e fatele a fette sottili, creando tanti anelli. Una volta terminato, mettete da parte sul tagliere.
  6. Prendete ora i tre pepi in grani e frantumateli in un mortaio fino a ridurli a una polvere di medio spessore.
  7. Usate a questo punto una terrina rettangolare dove disporrete un primo strato di fette di taleggio, accostate le une alle altre. Per questo lavoro va benissimo una piccola teglia di 15x20cm o anche la base di un tapper, meglio di vetro alto 5 cm. Poi ognuno può organizzarsi con quello che ha in cucina.
  8. Fatto il primo strato col Taleggio prendete la cipolla di Tropea ad anelli e disponetela sopra il Taleggio, quasi coprendolo completamente. Aggiungete una buona presa di pepe macinato e versate l’olio extra vergine d’oliva fino a coprire lo strato. Proseguite col secondo strato e così via fino ad aver terminato il Taleggio e la cipolla di Tropea. L’olio dovrà coprire tuti gli strati.
  9. A questo punto coprite con una pellicola e mettete in frigorifero per almeno una settimana.
  10. Passato questo tempo il Taleggio avrà preso le note dolci e profumate della cipolla oltre a quelle speziate del pepe.
  11. Toglietendal frigorifero almeno due ore prima dell’uso e usatelo spalmato su tartine o a pezzetti su uno spaghetto molto al dente!
https://ricettediognitipo.com/varie/taleggio-affogato-con-cipolla-di-tropea/

TALEGGIO DOP

Siamo nella top 10. Il Taleggio è un formaggio antichissimo, se ne hanno tracce tra il X e l’XI secolo proprio nella val Taleggio. Ma all’epoca non si chiamava così. Il nome Taleggio arriva in seguito, prima era lo stracchin quader, da contrapporre a quello tondo (lo Strachitunt), poi stracchino di Taleggio e infine Taleggio come lo conosciamo oggi. Stagionava nelle grotte della Valsassina fino a 3 mesi, per raccogliere le migliori muffe autoctone e, dall’aria, tutte le essenze volatili del posto.
Nel Taleggio vivono armonie di profumi, aromi, sentori e note prolungate di rara bellezza. Un formaggio molle, spesso cremoso nel sotto crosta quando ben maturo. Una crosta edibile, magari appena raschiata per togliere la morchia, e una dolcezza infinita, una sapidità e una piccantezza che cresce col tempo, fino ad arrivare a note di sottobosco e di tartufo. E poi risotti al Taleggio, polenta e Taleggio, tagliolini Taleggio e noci, o Taleggio affogato nella cipolla di Tropea. Il re degli stracchini!